Leggi tutte le news sul "TOPIC: various"

25 gennaio 2020

Sono statti capaci di far perdere la speranza, non solo la pazienza!

Se qualcono può credere di aver creato, con la cagnara politica che ci ha circondato da qualche mese, delle aspettative, si sbaglia di grosso.
Non è questo il modo di incrementare l'interesse per la politca, è proprio il modo di convincere a non volerne sentir parlare.

I dibattiti televisivi sono stati estenuanti....giornalisti e conduttori chiaramente schierati da una parte o dall'altra, bastava leggere la sigla del canale TV per capire dove si volesse arrivare, senza neanche la benchè minima suspense.......
 
Gli argomenti ossessivamente gli stessi, conduttori e conduttrici troppo spesso preoccupati nel riuscire a far si che la puntata si potesse concludere con la soddisfazione del finznziatore di canale, tutti purtroppo preoccupati di sostenere una posizione politica  premeditata:.....

Anche questa volta non abbiamo imparato nulla.......ho rimpianto i comizi di Berlinguer, di Moro, di Almirante, di De Mita....e di tanti altri.....dove  almeno si salvava una cosa indispensabile.........il cuore di chi parlava, che si notava battesse forte.

Abbiamo assistito a tutto......ad affermazioni fatte con il solo scopo di vantare in pubblico risultati palesemente non raggiunti, dichiarazioni di guerra aperta, e da ultimo dovevamo assistere alla patetica conta di presenti in piazza, quqsi che la piazza possa rappresentare previsione di consenso........ma non si pensa al fasullo consenso di coloro che assistevano alla dichiarazione di guerra agli Stati Uniti?

La politica, caro mondo la si fa dialogando con il proprio io, in quattro mura di casa o fra i banchi di scuola, senza ostentare nulla, pensando veramente al futuro, e oggi facendo anche tesoro del passato, studiano storia, geografia, latino, greso ed oggi anche inglese!!!!


Fernando Tateo